• CRAFT : Oggi vi presento una Fatina Matta…JANAS DECO’

Sono mesi che voglio parlarvi di Anna, ma sapete, è difficile scrivere un articolo che renda giustizia alla Sua Vita, alla Sua Storia: ci provo oggi, cercando di farvi arrivare una parte delle emozioni che sono arrivate a me leggendo la sua mail in cui si è raccontata.

A luglio, una ragazza mi invitò a un giveaway su Instagram, uno di quei concorsi in cui chi viene estratto, vince un prodotto, spesso realizzato a mano da chi ha indetto il concorso stesso: decisi di partecipare, anche se scetticamente, perchè non avevo mai vinto niente ai giveaway, ma siccome la data del mio compleanno si stava avvicinando, pensai “Perchè no? Si sa mai…”. Mi venne affidato il numero 5: “Che bello…il numero fortunato mio e di Robi”. Caso vuole che vinsi davvero io! E ne fui felicissima ed entusiasta..!! Il mio compleanno, il numero 5, il primo giveaway vinto..!! Tante belle coincidenze! Così fu che, come da prassi, scrissi a chi aveva indetto il concorso, e così conobbi Anna.

Dopo pochi giorni, il giorno stesso del mio compleanno, arrivò il premio: era una bustina cucina a mano troppo carina, a pois tutti colorati, come potevo non amarla?

IMG_8940

Leggo sul bigliettino da visita “Anna Matta, Janas Decò” con il disegno di una fatina adorabile! Pensai che Anna Matta fosse una sorta di nome d’arte…e invece…

“C’era una volta….”: è così che mi piacerebbe iniziare a scrivervi di Anna, una bambina col nonno sarto, una bambina che crebbe e cercò di realizzare il suo sogno di diventare sceneggiatrice, tra diverse difficoltà che la vita le ha chiesto di affrontare, e che lei ha reso delle opportunità e punti di forza.

Una ragazza come tante altre, come noi, che ha sognato, combattuto, che ha Amato e sofferto. Una ragazza che dal primo amore, quello che fa perdere la testa, è stata ferita, ma che le ha lasciato il suo primo figlio, il suo primo vero punto di forza, il suo insostituibile sostenitore numero uno. Leggendo la storia di Anna, sembra di leggere una fiction, una favola, il film che diventerà il tuo preferito: uno di quei film in cui ami, soffri e tifi per la protagonista, e quasi ti commuovi quando vedi la tua eroina innamorarsi di nuovo, magari di quel personaggio che all’inizio annoiava sia lei che te. Da questo Amore nasce il secondo figlio.

Lacrima.

Due anni dopo…

Un po’ per via della crisi, Anna iniziò a occuparsi di organizzazione di eventi, realizzando piccole creazioni per gli allestimenti, scoprendo una nuova passione. Suo figlio maggiore, Mattia, che la vede come la fatina delle ghirlande, diventa il suo primo promotore e la convince a trasformare questa sua passione in un lavoro, e lei parte dal negozietto online di Etsy. Mancava da scegliere il nome. Riporto di seguito le parole di Anna, perchè non saprei descriverlo meglio:

Per Mattia io ero la “fatina delle ghirlande” , ogni giorno ne inventavamo una diversa e quando uno di noi, in famiglia, aveva avuto una giornata difficile, dovevamo stare tutti insieme…e quale miglior modo, se non organizzare una festa? Quindi, ognuno di noi pensava a qualcosa, un colore, un tema che ci tirasse su… e la giornata grigia o difficile, diventava un momento di leggerezza, di musica, allegria e colore!
Abbiamo deciso di contestualizzare l’aspetto che Mattia vedeva in me, quello di fatina…così siamo arrivati alla parola  “Janas” che significa appunto fatina per l’antica tradizione sarda. La janas era infatti, un piccolo essere fatato, con la pelle bianchissima che usciva di notte affinchè il sole non rovinasse la sua pelle, e con il suo delizioso canto, confortava il viaggio dei viandanti. La particolarità è che erano specializzate nella lavorazione di tessuti preziosi, ricercati e possedevano un tesoro che nascondevano nelle loro case di pietra. Mi piaceva l’idea di collegare le mie radici e descrivere il mio shop con un nome che avesse, almeno per noi, un significato che si legasse anche alle mie produzioni.
10711049_776685715729203_5956772424520864080_n
Ed ecco il lieto fine, come me lo immagino io, quello con le scene con musica e qualche scritta: una famiglia che ride attorno a un tavolo, decorato a festa, con ghirlande alle pareti; in un angolo una piccola macchina da cucire con attorno stoffe colorate, la ripresa infine si sposta su una foto in bianco e nero, con un signore che sorride con al collo un metro da sarto e in braccio una piccola Janas, in mezzo a mille stoffe.
10557227_776685372395904_6699180606694939237_n
Questo è il film di Anna, la sua storia pazzesca, davvero emozionante, e mi scuso se non son riuscita a renderle omaggio a pieno.
Vi lascio i link della sua pagina Facebook e del suo negozietto Etsy, dove troverete prodotti per set party e creazioni in stoffa, da papillon ad astucci o portamonete, il tutto caratterizzato da allegria e colore!
iusb_760x100.13428522_flrf Screenshot 2014-11-29 16.09.33
Infine la lista di Anna su ciò che ama e ciò che odia.
Anna ama:
– I colori
– la cocacola
– le persone che ti guardano negli occhi
– chi si emoziona fino alle lacrime
– chi rispetta il prossimo
– il mio lavoro
– il rock
– cucinare
-i tatuaggi e i piercing
Odio:
– gli opportunisti
– i pessimisti
– il campeggio
– Gigi D’alessio
– Barbara D’urso
– I programmi della De Filippi
– il cielo plumbeo
– la falsità
Ah, dimenticavo! Anna Matta non è un nome d’arte come avevo pensato….è originale al 100%!! Una “Matta Autentica” !!
10376937_776684725729302_1204208910565199474_n
Ciao Anna..!! Ti mando un grosso abbraccio, spero che queste parole ti siano piaciute 🙂
FIRMA
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...